area tecnico manuale

Costruzione di giochi e giocattoli

Il laboratorio propone un percorso alla scoperta della propria capacità di saper fare attraverso l’uso dei più svariati materiali: inventare, progettare, costruire e utilizzare giocattoli realizzati con le proprie mani con la propria testa.
Informazioni pratiche: Il laboratorio è organizzato in  8 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.
ship-316558_960_720

Progettare e costruire insieme

team-3393037_960_720
Il laboratorio propone vari percorsi all’interno del gruppo classe di lavori in piccolo gruppo nella quale verrà dato spazio alla progettazione e elaborazione in equipe. Un interessante viaggio alla scoperta del saper fare e del valore della collaborazione con i propri compagni
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato  in 12 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea

Aria, Acqua e luce

Costruzione di giocattoli scientifici

Studiare i fenomeni fisici che ci circondano realizzando dei manufatti che ci permettano di  sperimentare con le nostre mani ciò che si manifesta. L’obiettivo di questo laboratorio è di far vivere in prima persona l’esperienza del conoscere attivamente i meccanismi della vita.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 11 incontri da 2 ore cisascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.
milky-way-1023340_960_720
area espressiva

Far finta di…

Stimolare le capacità espressive dei bambini attraverso il gioco drammatico vuole dire, offrire la possibilità di manifestare la propria fantasia ed immaginazione. Queste attività permettono ai bambini, di scoprire nuove forme di comunicazione approfondendo così la conoscenza di se e degli altri.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 12 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.
fare finta di...

Musica, Corpo, Danza

Musica, corpo, danza
Nell’ambito di un’attività musicale, non si può prescindere, soprattutto per quanto riguarda l’infanzia e l’adolescenza, dall’accostare il movimento naturale e spontaneo del corpo al suono ed alla musica. I bambini, fin dalla più tenera età, ascoltano qualunque suono, muovendosi naturalmente con esso. Si ascolta quindi sia con le orecchie che non il resto del corpo.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 1,5 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti Cemea. Più 5 ore di attività legate all’organizzazione e realizzazione di un evento finale.

Musica?

Oggi la faccio io

La musica sta via via perdendo la sua funzione fondamentale nello sviluppo e nella crescita di ciascuno: si “sente” molta musica, ma non la si ascolta; si suona solo ciò che altri hanno già ideato, ma difficilmente la si crea. Questo percorso mira alla riscoperta del mondo del suono attraverso l’ascolto e la scoperta dei suoni che circondano ed offre la possibilità di metterli insieme per creare le proprie musiche.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 1,5 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività legate all’organizzazione e realizzazione di un evento finale.
musica

Il Cinema fatto dai Bambini

cinema
Tra i diversi linguaggi espressivi, il cinema e la televisione occupano uno spazio molto importante di cui bisogna tenere conto. Conoscere questi linguaggi, attraverso azioni di destrutturazione e ricostruzione, permettono di comprenderli meglio e di essere spettatori più attivi e quindi più consapevoli, oltre che di avere a disposizione un ulteriore mezzo di espressione importante.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 20 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 10 ore di attività per il montaggio del materiale prodotto.

Giochi della tradizione sarda

Riscoprire le proprie radici culturali attraverso un percorso di ricerca intorno ai giochi della tradizione popolare sarda. Un percorso non nostalgico ma che prevede un reale coinvolgimento quindi un far ripartire quei giochi e quelle tradizioni
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 1,5 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti di Cemea. Più 5 ore di attività legate all’organizzazione e realizzazione di un evento finale.
biccus

Il giocattolo della tradizione sarda

Giochi della tradizione sarda
L’importanza di un percorso progettuale indirizzato alla riscoperta di oggetti, e in particolare giocattoli, non più in uso e appartenenti ad una cultura ormai passata, è la possibilità di dimostrarne, al contrario, la vitalità e l’attualità, oltre che il loro grande valore culturale.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 12 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.

Favole della tradizione sarda

Un percorso interamente dedicato alla rivisitazione del patrimonio della tradizione orale sarda che merita ancora di essere trasmesso e raccontato; racconti popolari, tramandati un tempo, dai nonni ai nipoti, nati dalle esperienze umane e intrisi di elementi umani e surreali, dove il confine tra il magico e il profano spesso si confonde.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 1,5 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività legate all’organizzazione e realizzazione di un evento finale.
janas

Il gioco della tradizione europea

recreation-1946786_960_720
Pomeriggi interi passati a saltare una corda, a ripetere mille volte il cerimoniale di “Regina Reginella”, a misurarsi con gli altri alla “Settimana” o alle “Biglie”, o ancora a “Bandiera” e “Palla Prigioniera”.
Sono giochi che abbiamo imparato, non ci si ricorda quando e non ricordiamo chi può averceli insegnati, un patrimonio comune che inconsapevolmente ci portiamo dentro. Questa esperienza progettuale si propone di evidenziare gli aspetti peculiari del gioco di tradizione (di cui sopra sono stati citati alcuni esempi) che rappresenta una forma di cultura variegata, ma ricca di implicazioni relazionali tali da rendersi portatore di un linguaggio parlato e capito da tutti.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 1,5 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività legate all’organizzazione e realizzazione di un evento finale.

Io e gli altri

Riconoscere se stessi e riconoscere gli altri, con le differenze fisiche, culturali, linguistiche, dare voce alle aspettative e le idee, attraverso un percorso che mette in evidenza le diversità e unicità di ciascuno. Fare fronte ai molteplici e rapidi cambiamenti della nostra cultura, all’arrivo di molte culture nuove, all’instaurarsi di nuove consuetudini e regole sociali. Raccontare, fare, vivere, accettare e  accettarsi, sono concetti che potranno essere affrontati con strumenti quali il gioco, le attività grafiche, manuali, il video, il cinema, la danza e tutti gli altri linguaggi espressivi.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività per il montaggio del materiale prodotto.
Io e gli altri

Scoperta dell’ambiente naturale

Conoscere il territorio è indispensabile per poter fornire anche delle semplici indicazioni; sarà pertanto necessario raccogliere sistematicamente delle informazioni utili per arricchire tale conoscenza.  Uscire in gruppo per fare un sopralluogo organizzato, ad esempio, significa abituare i bambini a rapportarsi alla realtà e a far capire loro che è possibile leggerla come se fosse un libro scritto e illustrato.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 2 esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività per il montaggio del materiale prodotto
Scoperta dell'ambiente natuale

La città dei bambini

La città dei bambini
Le città sono sempre meno a misura d’uomo, e men che meno a misura di bambino. Questo ha modificato profondamente la qualità della vita di chi è meno autonomo; non ci sono spazi pubblici facilmente usufruibili, non esistono luoghi liberi in cui giocare, non ci si può muovere autonomamente per le strade. Le abitazioni sono organizzate come fortezze e rifugi: fuori c’è il pericolo, il traffico, la droga, la violenza. I bambini non hanno più tempo libero e per non farli restare a casa,  devono fare altro: i corsi di…
Ripensare la città assumendo i bambini come parametro vuol dire accettare la diversità dei bambini quale garanzia di tutte le diversità possibili; e, quindi, imparare ad ascoltare e comprendere il punto di vista dei bambini per cambiare l’ottica di vivibilità dei propri spazi di vita.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 12 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.

Il Cortile

Riappropriarsi degli spazi della scuola, dargli forma e contenuto attraverso un percorso di progettazione e scoperta. Lavorare per gruppi portando avanti idee da confrontare con gli adulti e perché no, responsabili politici. Costruire un giardino che sia funzionale ai bisogni dei bambini e della scuola, curarlo e prendersene cura.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 10 incontri da 2 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di  esperti dei Cemea. Più 5 ore di attività per il montaggio del materiale prodotto.
Il cortile

Il laboratorio di biologia

Il laboratorio di biologia
La scienza non è un concetto astratto, astruso e lontano dalla nostra realtà e dalla nostra vita, parte da una serie di semplicissime sperimentazioni, legate a richieste e bisogni umani, che hanno portato i ricercatori allo sviluppo di tecnologie più avanzate; si copre così che il ricercatore non è altro che un ottimo osservatore, che ha modificato il proprio punto di vista e trasformato la pura e semplice osservazione in curiosità scientifica e in seguito in creazione. Obbiettivo del laboratorio è appunto stimolare i bambini all’osservazione di fenomeni naturali,  per consentirgli prima di comprendere e poi di apprendere la scienza che si studia nei libri.
Informazioni pratiche: Il Laboratorio è organizzato in 12 incontri da 1 ore ciascuno con cadenza settimanale con la presenza di 3 esperti dei Cemea.